Il centro storico

Se si guarda all’arte riberese del periodo storico, si nota un’apprezzabile differenza tra architettura sacra e architettura civile: mentre i monumenti sacri sono relativamente giovani (in gran parte risalenti ai secoli XVIII e XIX) e non particolarmente ricchi di opere d’arte di rilevante valore artistico, quelli civili invece risultano molto più interessanti.

Le antiche famiglie nobili del paese hanno costruito diversi palazzi signorili, attraverso i quali queste famiglie dimostravano a tutti gli abitanti della cittadina la loro potenza economica e sociale raggiunta grazie alla ricchezza agricola dei loro feudi. In varie zone del centro storico sorgono eleganti dimore dalle belle facciate settecentesche, tra questi ricordiamo Palazzo Adriano, casa natale dello statista Francesco Crispi. Uno degli edifici di maggiore interesse è sicuramente Palazzo Pasciuta, del 1831, all’interno del quale vi sono soffitti affrescati con scene di corte e all’aperto, il cui autore purtroppo è sconosciuto.